Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘area riposo’ Category

Anni e anni fa, ai tempi del liceo, durante una delle tante ore di cazzeggio, una mia compagna mi chiese, con linguaggio gggiovane “perché ti sei messa con tizio?” e io candidamente “perché mi fa una panna cotta buonissima”.
Ingenuità liceale?
No, non credo, anzi, mai risposta fu piú azzeccata.
Non ci si innamora di una persona (o non si frequenta un amico) per quello che fa o quello che dice ma per come ci fa sentire e io con quella panna cotta mi sentivo felice.

Poi vabbé era un gran cagacazzo e la panna cotta non era sufficiente a darmi la forza di sopportarlo ma tant’é.

Annunci

Read Full Post »

Che con il mio trasferimento a como avrei perso di vista qualcuno l’avevo messo in conto.

Che la distanza avrebbe rafforzato le amicizie sincere e allontanato i conoscenti l’avevo messo in conto.

Che alcuni alberi sarebbero stati potati e altri annaffiati l’avevo messo in conto.

ma che, dopo solo un mese di assenza avrei avuto reazioni così, ecco….no, non l’avevo messo in conto.

Avevo organizzato un pranzo con gli amici oggi, avrei cucinato io, sarebbe stata un’ottima occasione per vedersi, per vedere come mi sono sistemata, una giornata da passare insieme dopo un po’ di tempo che non ci si vedeva.

Ieri sera alle 20.10 ho scoperto che oggi non verrà nessuno.

Sono delusa e amareggiata. Non me la prendo con chi deve lavorare o ha impegni importanti ma con chi non si è neanche degnato di rispondere alla mie mail, ai miei sms, alle mie chiamate di invito.

Ci sono momenti in cui mi sento sola e non perchè qui non abbia trovato persone stupende ma perchè a volte avrei voglia di condividere con le persone che amo le cose belle e brutte che mi accadono.

Read Full Post »

C’era il pranzo, c’erano i cugini di secondo grado che non vedevo da un po’, c’erano gli zii che mi stanno sul cazzo e quelli che avrei voluto come genitori, c’erano le tavolate, c’era l’alcool, c’erano perfino le bomboniere.
E come ogni matrimonio che si rispetti c’era chi l’ha trovato fantastico e chi noiosetto.
Io mi sono divertita, mi sono stancata, ho mangiato piuttosto bene (anche se, da fogna che sono, avrei voluto mangiare di più) e avevo capito sin dall’inizio che sarebbe stato tutto tranne che un barcamp.

Read Full Post »

Sette anni fa mi trasferivo da torino a milano per un corso di specializzazione di un anno.
Alcuni amici la presero bene e furon felici per me, altri mi accusarono di voler inutilmente scappare da torino e mi tolsero il saluto.
Tornavo a casa tutti i week end, eppure persi il 70% di quelli che consideravo i miei amici.
Quell’anno capí la differenza tra AMICO e CONOSCENTE.

La settimana scorsa ho compiuto lo stesso viaggio, un secondo tentativo di trasferimento in lombardia, con il pensiero, stavolta, che difficilmente torneró.
Ho organizzato una serata con colleghi e amici, per festeggiare con una bevuta l’ultimo giorno a torino.
Molti non sono venuti, non hanno chiamato, non hanno avvisato…credo sia iniziato nuovamente il periodo di potatura dei rami secchi.

Read Full Post »

La sveglia alle 6 é drammatica.
Il rientro a casa alle 21.30, pure.
Mi sto truccando e pettinando tutti i giorni…ma, la voglia, durerà ancora poco.
Ambiente di lavoro carino e simpatico ma per ora non mi sbilancio (della serie “il ragazzo è intelligente, vediamo se si applica”).
Le ferrovie nord mi hanno già regalato un deragliamento con relativa soppressione del treno per tornare a casa…evvai!
Ieri ero così assonnata che ho fatto un sonnellino dalle 16 alle 18.
Sabato è festa e non lavoro…ne sto gioiendo già adesso.
Ho voglia di andare al cinema.

P.s. Sono le sette e sono in treno, non ci penso minimamente a rileggere il post…se ci sono errori/refusi considerateli un vezzo poetico.

Read Full Post »

Mi manca il tempo per me stessa.
Mi manca stirare guardando un telefilm in lingua originale.
Mi manca caricare la lavatrice e sentire la casa invasa dal profumo dell’ammorbidente.
Mi manca fare una passeggiata tra i negozi del centro sapendo già che non compreró nulla.
Mi manca stare svaccata sul divano fino a tardi a leggere/scrivere di applicazioni per il blackberry.

Ho la sensazione che le mie giornate siano scandite da un treno di andata e un treno di ritorno…e null’altro.

E mi manda avanti il pensiero che ieri ho passato una serata fantastica, quasi liberatoria.
E mi manda avanti il pensiero che la prossima settimana sono in ferie.

Read Full Post »

Mi mancano un po’ le forze, ho come la sensazione di non riuscire a fare tutto.
Vorrei trasportarmi avanti nel tempo e avere già tutte le soluzioni e le risposte…ma non sarebbe giusto.
Sono tanto stanca da essere quasi arrabbiata e non parlo di stanchezza fisica per i continui viaggi in treno ma di stanchezza mentale, di irrisolutezza nelle cose di tutti i giorni.
Ho le mie cose sparse in tre case, non ho piú un mio ritmo, vivo in modo disorganizzato.
Temo di poter avere un crollo da un momento all’altro.

Dov’è la Cristina positiva e ottimista?
La rivoglio indietro!!! Adesso!!! Subito!!!
Che in questa versione non mi riconosco.

Read Full Post »

Older Posts »